Istanza di rimborso delle imposte ad un organo incompetente

 


In tema dl rimborso delle imposte sui redditi, la presentazione di un’istanza di rimborso, ad un organo diverso da quello territorialmente competente a provvedere, costituisce atto idoneo non solo ad impedire la decadenza del contribuente dal diritto al rimborso, ma anche a determinare la formazione del silenzio-rifiuto impugnabile dinanzi al giudice tributario (CORTE DI CASSAZIONE – Ordinanza 06 marzo 2018, n. 5203).

La fattispecie esaminata in Cassazione ha per oggetto la controversia relativa all’iimpugnazione del silenzio—rifiuto dell’amministrazione finanziaria sull’istanza di rimborso di imposte catastali che la società contribuente riteneva erroneamente versate, la CTR laziale ritenendo che anche la presentazione dell’istanza ad un ufficio finanziario incompetente consentisse la formazione del silenzio—rifiuto, accoglieva l’appello proposto dalla predetta società riformando la sentenza di primo grado; l’Agenzia delle entrate propone ricorso per cassazione affidato ad un motivo cui replica l’intimata società con controricorso.
Per la Suprema Corte, sussiste un principio di diritto secondo cui «In tema di rimborso delle imposte sui redditi, disciplinato dall’art. 38, secondo comma, del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 602, la presentazione di un’istanza di rimborso ad un organo diverso da quello territorialmente competente a provvedere costituisce atto idoneo non solo ad impedire la decadenza del contribuente dal diritto al rimborso, ma anche a determinare la formazione del silenzio-rifiuto impugnabile dinanzi al giudice tributario, sia perché l’ufficio non competente (quando non estraneo all’Amministrazione finanziaria e, nella specie, coincidente con una diversa direzione regionale) è tenuto a trasmettere l’istanza all’ufficio competente, in conformità delle regole di collaborazione tra organi della stessa Amministrazione, sia alla luce dell’esigenza di una sollecita definizione dei diritti delle parti. Principio a cui la CTR si è correttamente attenuta.