Formazione continua dei revisori legali: ecco le istruzioni 2018

 


In relazione alla formazione continua dei revisori legali, per i revisori iscritti nel registro nell’anno 2018, è stata confermata l’impostazione del quadro generale delle istruzioni adottata lo scorso anno (Ministero Economia e Finanze – circolare 28 febbraio 2018, n. 6).

I canali di formazione sono quelli dello scorso anno, ovvero, formazione diretta del Ministero dell’Economia e delle Finanze, partecipazione ai corsi organizzati da enti pubblici e privati accreditati, riconoscimento della formazione professionale continua per i professionisti iscritti in Albi professionali e i responsabili della revisione e collaboratori delle società di revisione.
Per l’anno 2018, i corsi di formazione devono avere per oggetto i contenuti elencati nel programma annuale 2018, adottato con la determina n. 2812 del 09 gennaio 2018, pubblicata sul sito istituzionale della revisione legale. Pertanto, temi che non inclusi in detto programma, non sono oggetto della formazione continua.
Relativamente ai crediti, il revisore iscritto al registro deve maturare ogni anno almeno venti crediti, di cui almeno dieci nelle materie caratterizzanti; vista però l’assenza di disposizioni circa l’imputazione dei crediti eccedenti maturati in un determinato anno ad altro anno dello stesso triennio, non è possibile compensare i crediti maturati per ciascun anno all’interno del triennio formativo.
È confermata anche la proporzionalità tra ora di formazione e credito, in ragione di un credito maturato per ogni ora di formazione seguita. Pertanto, la partecipazione di un’ora a corsi, programmi o altre occasioni di formazione, consente la maturazione di un credito, prescindendo dall’eventuale espletamento di prove conclusive di accertamento o di esercitazioni individuali o collettive programmate nell’ambito di ciascuna proposta formativa.
I revisori non maturano ulteriori crediti formativi se ripetono corsi identici ad altri già frequentati; i corsi possono essere anche a distanza, interamente in aula o in parte a distanza e in parte in aula, senza che siano previste limitazioni sulla validità.