Modalità di presentazione delle domande per il bonus asilo nido 2018

 

Con la Circolare n. 14 del 29 gennaio 2018, l’Inps ha fornito le istruzioni operative per la presentazione delle domande di accesso al contributo per l’anno 2018, riconosciuto alle famiglie per far fronte alle spese sostenute per la frequenza di asili nido pubblici o privati ovvero per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione.

CONTRIBUTO DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE


Nell’ambito degli interventi di sostegno alle famiglie è previsto, con riferimento ai bambini nati a decorrere dal 1° gennaio 2016, il riconoscimento di un contributo annuo pari a 1.000 Euro per sostenere le spese affrontate dalle famiglie per:
– il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati;
– il pagamento di forme di supporto presso la propria abitazione in favore dei bambini di età inferiore a 3 anni, che non possono frequentare l’asilo nido perché affetti da gravi patologie croniche.
Il contributo è erogato dall’Inps previa presentazione di apposita domanda.

REQUISITI SOGGETTIVI DEI RICHIEDENTI


La domanda può essere presentata dal genitore del bambino che, alla data di presentazione della domanda, sia in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o di uno Stato UE, extracomunitario con permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolare di carta di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini UE, status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;
– residenza in Italia;
– sostiene l’onere del pagamento della retta (solo per il Contributo asilo nido);
– coabita col figlio ed ha dimora abituale nello stesso Comune (solo per il Contributo per forme di supporto presso la propria abitazione).
In caso di adozione o affidamento preadottivo, deve essere allegato alla domanda il provvedimento giudiziario ovvero indicare nella stessa gli elementi di registrazione (sezione del Tribunale, data di deposito in cancelleria ed relativo numero).

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA


Per fruire dei benefici per l’anno 2018, deve essere presentata apposita domanda all’INPS esclusivamente in via telematica mediante una delle seguenti modalità:
a) “WEB – Servizi telematici”, accessibili dal portale dell’INPS direttamente dal cittadino previa autenticazione tramite PIN dispositivo o Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
b) Contact Center Integrato – numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
c) Enti di Patronato attraverso i servizi offerti dagli stessi.
Nella sezione moduli del portale INPS è disponibile una scheda informativa corredata anche di moduli fac-simile, per agevolare la compilazione della domanda on-line.
Nella domanda deve essere specificato il beneficio a cui si intendere accedere: “Contributo asilo nido” o “Forme di supporto presso la propria abitazione”. Se il beneficio è richiesto per più figli, deve essere presentata una domanda per ciascuno di essi.
La domanda può essere presentata dal 29 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018. Tuttavia, occorre tenere presente che il contributo è riconosciuto fino ad esaurimento dei fondi stanziati (per il 2018 pari a 250 milioni di Euro), ed è erogato secondo l’ordine di presentazione telematica della domanda. Una volta raggiunto il limite di spesa, quindi, le ulteriori domande sono respinte dall’Inps per esaurimento fondi.

PAGAMENTO DEL CONTRIBUTO


Per quanto concerne il pagamento del contributo, deve essere scelta in sede di presentazione della domanda una delle seguenti modalità:
– bonifico domiciliato;
– accredito su conto corrente bancario o postale;
– libretto postale o carta prepagata con IBAN.
In ogni caso, il mezzo di pagamento prescelto deve essere intestato al richiedente.
Nel caso in cui il genitore avente diritto sia minorenne o incapace di agire, la domanda è presentata dal legale rappresentante in nome e per conto dell’avente diritto, ma il mezzo di pagamento prescelto dev’essere comunque intestato al genitore.
Qualora si opti per l’accredito su un conto con IBAN deve essere presentato anche il modello SR163, salvo che non sia stato già presentato all’INPS in occasione di altre domande di prestazione.
Si ricorda che il “contributo asilo nido” è erogato con cadenza mensile, parametrando l’importo massimo di 1.000 Euro su 11 mensilità, per un rateo massimo di 90,91 Euro direttamente al beneficiario che ha sostenuto il pagamento, per ogni retta mensile pagata e documentata. Il contributo mensile erogato dall’Istituto non può eccedere la spesa sostenuta per il pagamento della singola retta.
Il “Contributo per forme di supporto presso la propria abitazione”, invece, è erogato in un’unica soluzione, direttamente al genitore richiedente fino ad un massimo di 1.000 Euro.