Disciplinato l’EVR per gli artigiani edili di Milano, Lodi, Monza e Brianza

 


Siglato il 19/12/2017 l’accordo che ha disciplinato per il territorio delle province di Milano, Lodi, Monza e Brianza l’applicazione dell’elemento variabile della retribuzione (EVR) per il periodo 1/7/2014 – 31/12/2019 per i dipendenti delle imprese artigiane edili.

Il riconoscimento dell’EVR sarà subordinato alla ponderazione dei parametri, alla verifica, al calcolo, alla determinazione degli importi da erogare ed alle relative modalità da definirsi in un apposito accordo tra le Parti che dovrà essere sottoscritto entro il 1° marzo dell’anno successivo al periodo annuale di riferimento.
Per gli anni 2014, 2015, 2016 e 2017, gli esiti della verifica dell’andamento a livello territoriale dei parametri individuati, che tengono conto dell’andamento congiunturale del settore, correlato ai risultati conseguiti in termini di produttività, qualità e competitività nel territorio, sono tutti negativi, come risulta dai prospetti di calcolo allegati al presente verbale. Pertanto, le parti stabiliscono che per tali anni l’EVR non verrà erogato.
Per gli anni 2018 e 2019:
a) il quarto indicatore corrispondente al numero delle imprese iscritte in Cassa Edile di Milano, Lodi, Monza e Brianza, potrà essere considerato positivo in sede di verifica annuale solo nel caso in cui il suo eventuale incremento non sia inferiore al 20%, relativamente ai due trienni di riferimento posti a confronto.
b) Il quinto indicatore corrispondente all’incremento del risultato gestionale della Cassa Edile di Milano, Lodi, Monza e Brianza, che, al fine di considerare il dato positivo, non potrà essere inferiore ad € 500.000,00 con riferimento alla media dei due trienni posti a confronto: 20%.