Sisma, agevolazioni prorogate nella zona franca urbana

 


Prorogata sino alle ore 12:00 del 20 novembre 2017 la presentazione delle istanze per l’accesso alle agevolazioni (Ministero sviluppo economico – Circolare 2 novembre 2017, n. 157293).

Il Ministero dello sviluppo economico con la circolare n. 99473 del 4 agosto 2017 ha stabilito le modalità e i termini di presentazione delle istanze per l’accesso alle agevolazioni nella zona franca urbana istituita nei Comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016. Le istanze per l’accesso alle agevolazioni possono essere presentate a decorrere dalle ore 12:00 del 23 ottobre 2017 e sino alle ore 12:00 del 6 novembre 2017. Al fine di consentire alle imprese interessate un più ampio periodo temporale per la presentazione delle istanze, accogliendo, in tal senso, le numerose richieste pervenute dalle amministrazioni comunali e dalle imprese del territorio, è disposta una proroga del termine finale per la presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni previste per la zona franca urbana. Per effetto di tale proroga, le istanze possono essere presentate sino alle ore 12:00 del 20 novembre 2017.
Nei limiti delle risorse disponibili le agevolazioni fiscali e contributive sono le seguenti:
a) esenzione dalle imposte sui redditi;
b) esenzione dall’imposta regionale sulle attività produttive;
c) esenzione dall’imposta municipale propria;
d) esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali sulle retribuzioni da lavoro dipendente.
Le predette agevolazioni sono riconosciute esclusivamente per i periodi di imposta 2017 e 2018.
Possono beneficiare delle agevolazioni:
a) le imprese, di qualsiasi dimensione, con riferimento a tutte le tipologie di esenzioni fiscali e contributive;
b) i titolari di reddito di lavoro autonomo, con esclusivo riferimento all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali.