Esportazione: somme accertate a titolo di marchi

 


Destinazione all’Erario delle somme accertate a titolo di marchio per l’esportazione di alcuni prodotti ortofrutticoli e del riso. (AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI – Nota 31 ottobre 2017, n. 123914).

Con le novità introdotte dal D.L. n. 200 del 22.12.2008, convertito con modificazioni dalla legge n. 9 del 18.02.2009, e con successivo D.Lgs del 1.12.2009, n. 179, nell’ambito delle somme accertate a titolo di marchi esportazione sono state abrogate le disposizioni inerenti l’assegnazione di queste somme all’ICE (oggi ITA) e non anche quelle relative alla istituzione dei marchi per l’esportazione di alcuni prodotti ortofrutticoli (attualmente accertate col codice tributo 904) e per l’esportazione di riso (attualmente accertate col codice tributo 905) nonché alla assegnazione, a questa Agenzia, della competenza a liquidare e a riscuotere tali tributi.
Al riguardo, al fine di definire la destinazione all’Erario delle somme in questione, non più di competenza dell’ICE (ora ITA), sono stati istituiti i seguenti nuovi codici tributo che devono essere utilizzati:
– il codice 161, che tiene luogo del codice 904, per le somme accertate a titolo di marchio per l’esportazione di alcuni prodotti ortofrutticoli;
– il codice 162, che tiene luogo del codice 905, per le somme accertate a titolo di marchio per l’esportazione del riso.