Rinnovato l’accordo per il comparto dei LATERIZI CONFAPI-ANIEM

 

Firmato, l’11/4/2014, tra la CONFAPI-ANIEM e la FENEAL-UIL, la FILCA-CISL e la FILLEA-CGIL l’accordo di rinnovo per i dipendenti delle piccole e medie imprese esercenti la produzione di elementi e componenti in laterizio e prefabbricati in latero-cemento e manufatti in calcestruzzo armato e non, in cemento, in gesso e piastrelle, valido per il triennio 2013-2015.

L’intesa stabilisce un incremento salariale di 104,00 euro da riparametrare al livello C, da corrispondere in tre tranche:
– 39,00 euro dall’1/3/2014;
– 39,00 euro dall’1/6/2014;
-26,00 euro dall’1/3/2015.

I nuovi minimi

 

LivelloDall’1/3/2014Dall’1/6/2014Dall’1/3/2015
A Super1.755,571.818,661.860,72
A1.476,241.529,291.564,66
B1.204,941.248,241.277,11
C Super1.139,541.180,551.207,89
C1.084,221.123,221.149,22
D1.008,541.044,671.068,76
E934,60968,15990,52
F799,87828,55847,67

Gli arretrati relativi al periodo da aprile 2013 a febbraio 2014 verranno corrisposti con le seguenti retribuzioni:
– marzo 2014 per le mensilità di gennaio e febbraio 2014;
– maggio 2014 per le mensilità di aprile, maggio e giugno 2013
– agosto 2014 per le mensilità di luglio, agosto e settembre 2013;
– ottobre 2014 per le mensilità di ottobre, novembre, dicembre 2013 e rateo 13.a .

 

LivelliPar.1/4/2013 – 28/2/2014
AS22063,09
A18553,05
B15143,30
CS14341,01
C13639,00
D12636,13
E11733,55
F10028,68

Ai lavoratori in forza al 28/2/2014, nel caso di risoluzione anticipata del rapporto di lavoro entro il 31/10/2014 verrà riconosciuto per intero il pagamento dei ratei mensili previsti a copertura del periodo 1/4/2013 – 28/2/2013

Apprendistato Professionalizzante (D.Lgs. 167/2011)
Il contratto di apprendistato professionalizzante è ammesso per il conseguimento di qualifiche inquadrate nei livelli E, D, C, CS, B e livelli superiori e tutte le relative mansioni.
La durata massima del periodo di apprendistato e la sua suddivisione in periodi è così fissata:

CategoriaDurata complessiva Mesi1° Periodo2° Periodo3° Periodo
AS-ASQ36121212
A36121212
B36121212
CS30101010
C30101010
D24888
E1266

 

L’inquadramento e il relativo trattamento economico sono così determinati:
– nel primo periodo di apprendistato professionalizzante: due livelli sotto quello di destinazione finale con retribuzione corrispondente a quella minima contrattuale del livello iniziale di inquadramento (per la Categoria E la retribuzione si riferirà alla Categoria F);
– nel secondo periodo: un livello sotto quello di destinazione finale con retribuzione corrispondente a quella minima contrattuale prevista per tale livello inferiore, fatta eccezione per la Categoria E, la cui retribuzione sarà quella prevista per il livello di destinazione finale (categoria E);
– nel terzo ed ultimo periodo: fermo l’inquadramento di cui al secondo periodo di apprendistato, la retribuzione sarà corrispondente a quella prevista per il livello di destinazione finale.
Le parti potranno recedere dal contratto solo se in presenza di una giusta causa o di un giustificato motivo. Qualora al termine del periodo di apprendistato non sia data disdetta, l’apprendista sarà mantenuto in servizio e il rapporto proseguirà come ordinario rapporto di subordinato a tempo indeterminato.
In caso di infortunio sul lavoro sarà corrisposta all’apprendista la stessa integrazione spettante ai lavoratori qualificati ovvero, il 100% della retribuzione per un massimo di 6 mesi per ogni anno solare e nei limiti di durata dell’apprendistato.
Le imprese potranno stipulare nuovi contratti di apprendistato professionalizzante, solo se avranno mantenuto in servizio almeno il 51% dei lavoratori il cui contratto sia terminato nei 24 mesi precedenti la nuova assunzione.
Qualora non sia rispettata la predetta percentuale è comunque consentita l’assunzione di un numero di apprendisti pari a quelli già confermati più uno, ovvero di un apprendista in caso di totale mancata conferma degli apprendisti pregressi.

 

Assistenza sanitaria
Le aziende verseranno per i lavoratori iscritti ad Altea, un contributo pari a € 6,00 mensili per 12 mensilità a partire dall’1/1/2014.

Previdenza complementare
Il contributo a favore di FONDAPI è stabilito nelle seguenti misure
– dall’1/4/2014: 1,40%
– dall’1/4/2015: 1,50%
– dall’1/4/2016: 1,60%.

Contributo alla bilateralità
Con la piena ed effettiva operatività degli Enti Bilaterali le imprese dovranno versare i seguenti contributi:

“Fondo Sicurezza PMI CONFAPI”
– 18,00 euro annui per ciascun lavoratore dovuto dalle aziende prive del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza;
-6,00 euro annui per ciascun lavoratore dovuto dalle aziende con il RLS

“Fondo Sviluppo bilateralità PMI CONFAPI”
– 6,00 euro annui  per ciascun lavoratore a tempo pieno per lo sviluppo dell’apprendistato
– 3,00 euro annui per ciascun lavoratore part-time fino a 20 ore

“Fondo Sostegno al reddito”
– 28,00 euro annui per ciascun lavoratore

“Osservatorio della contrattazione e del lavoro”
– 8,00 euro annui per ciascun lavoratore per il sostegno e lo sviluppo degli strumenti bilaterali e delle relative articolazioni settoriali e territoriali l’introduzione e relativo sostegno delle attività di rappresentanza sindacale territoriale/bacino nonché per la contrattazione territoriale di II livello.
– 12,00 euro annui per ciascun lavoratore per ulteriori attività correlate (assistenza contrattuale) assorbente le eventuali quote già previste dalla contrattazione nazionale;

Le imprese non aderenti al sistema della bilateralità dovranno invece corrispondere a ciascun lavoratore dipendente, compresi gli apprendisti in busta paga un elemento retributivo aggiuntivo pari ad euro 25,00 lordi, per ciascuna mensilità. In caso di lavoratori assunti con contratto part-time, tale importo è corrisposto proporzionalmente all’orario di lavoro e, in tal caso, il frazionamento si ottiene utilizzando il divisore previsto dal CCNL.

 

Comitato Paritetico Nazionale Laterizi PMI
Previsto un contributo di 5,00 euro annui, a carico delle aziende, per ciascun dipendente in forza alla data del 31 dicembre di ogni anno, per il finanziamento del Comitato Paritetico Nazionale Laterizi PMI. Il suddetto importo sarà ricompreso nel contributo di 12,00 euro destinato all’Osservatorio della Contrattazione e del Lavoro.

 

Malattia
Il lavoratore affetto da gravi patologie potrà usufruire, se preventivamente richiesto, del prolungamento del periodo di comporto fino ad un massimo di 12 mesi.